Liberi da Ansia, Panico, Fobie, Depressione e Stress

Liberi da Ansia, Panico, Fobie, Depressione e Stress
Quando apri gli occhi al mattino, siediti tranquillo per un attimo e apprezza il dono di un nuovo giorno, crea un pensiero sereno per portarlo nei momenti del giorno che stai attraversando. Trasforma questo mattino in opportunità di affrontare al meglio la giornata, con un sorriso, forza e desiderio di fare. Ora alzati e vai grande della tua serenità, forte della tua grinta.

sabato 29 giugno 2013

Ansia e Pensieri negativi



L’ansia rappresenta un campanello d’allarme che viene attivato nel nostro corpo in caso di pericolo.
Il problema si presenta quando vediamo pericoli esterni in ogni cosa.
La prima cosa che si riscontra in caso di ansia sono le sensazioni fisiche: difficoltà respiratorie, nodo allo stomaco, dolore al petto...
Tuttavia, prima che il segnale di allarme arrivi al cervello, si insedia un pensiero automatico, quasi  inconsapevole.

Facciamo un esempio: mi siedo davanti al pc perché ho molto lavoro in sospeso e poco prima che si avvii il programma inizio a sentirmi male (il respiro si fa corto, lo stomaco si stringe...). Cosa succede? Cosa ha scatenato questa reazione? Senza nemmeno rendermene conto mi si è fissato un pensiero in testa: "mamma mia quanto lavoro mi rimane da fare, oggi non lo finirò di sicuro". Questa idea di non riuscire a fare le cose e non riuscire a concludere il lavoro in sospeso ha fatto comparire l’ansia. E che ne facciamo solitamente dell’ansia? Cerchiamo di metterla a tacere. Accendiamo la radio, ci alziamo a mangiare qualcosa, fumiamo una sigaretta.

Per alcuni giorni si può fare questo esercizio:
Ogni volta che ti senti ansioso, cerca di riavvolgere e individuare i pensieri che ti hanno assalito: "Non posso farcela", "Ho l’assillo", "Non mi riesce"...
Fatto questo, è bene focalizzarsi su un pensiero alternativo che ti trasmetta il messaggio contrario e, dunque, positivo:
"Poco per volta; per ora mi concentro su questa cosa, poi procedo con la seguente. L’ho fatto altre volte quindi ce la farò anche oggi". Può anche essere utile scrivere su un foglio suddiviso in due colonne, il pensiero negativo e, accanto, quello positivo completamente opposto al primo. Fatto questo, si può leggere ad alta voce per un minimo di 3 volte, il pensiero negativo per poi ripeterlo guardandosi allo specchio.

Normalmente esiste la tendenza a farsi dei pensieri che contengono messaggi estremamente negativi e catastrofici che paralizzano e demoralizzano.

La cosa importante è individuare tali pensieri ansiosi e offrirsi un’alternativa più positiva e tranquilla prima che si risvegli la risposta ansiosa e, in tal modo, ricuperare il controllo della situazione.

Coraggio, funziona!